L.AMA.N.T.IN.I. #12

I L.AMA.N.T.IN.I. di oggi sono ancora un po’ scossi, principalmente per non essere stati inclusi tra gli animali invitati sull’arca di Noah (che Noè fa troppo working class). Si riprenderanno. Nessuno vuole davvero chiudersi in una cassa di legno con Russell Crowe.

Il terrore non conosce barriere.

Il terrore non conosce barriere.

LINK INGLESI

Un necrologio per la grande barriera corallina.

Peccato, ero un grosso fan della cosa: perché Google Flu non ha funzionato.

Quando un ape ti punge il dolore varia a seconda della zona del corpo interessata. Ed Yong racconta la storia di chi offre il proprio corpo agli insetti per amore della scienza, dalle api alle zanzare allevate per studiare la malaria.

John Sutter racconta la storia del pangolino, il mammifero più trafficato al mondo. Sì, principalmente per i soliti motivi idioti di “medicina tradizionale”.

Carl Zimmer e la lunghezza della vita.

Matt Murdock spostati, questi pesci ciechi usano la bocca per orientarsi. Sempre dalla penna di Elizabeth Preston, un bellissimo articolo su Nautilus vi farà vedere il mondo attraverso gli occhi di altre specie .

Perché le zebre sono a strisce? Una nuova teoria incolpa gli insetti.

Mary Bates sull’importanza del gioco nei primati.

La caccia alle balene praticata dai Giapponesi in Antartide con la scienza ha poco a che fare, almeno secondo la Corte di Giustizia Internazionale.

John Platt spiega l’effetto a cascata derivato dall’avvelenamento dei dingo.

I primi insetti a conquistare la terraferma non sentivano molto bene gli odori.

Per contrastare la diffusione del virus Hanta, i cileni si affidano ad un gufo.

Tamisiocaris borealis sembra uscito da un incubo ma, come riporta Brian Switek, probabilmente si nutriva di plankton.

Come il Bangladesh affronta i cambiamenti climatici, sapendo di avervi contribuito in minima parte.

Gli storni spaccano. Se non mi credete guardateli intenti a dare spettacolo nei cieli inglesi.

Perché i serpenti hanno due peni. So che non vedevate l’ora di saperlo.

Gli pterosauri erano tanti e parecchio ganzi, tuttavia i loro fossili non sono esattamente comuni. Maggie Koerth-Baker ci spiega perché.

Jimmy Wales risponde a chi accusa Wikipedia di non essere imparziale sulla medicina alternativa.

Bec Crew e Duliticola paradoxa, il coleottero trilobite!

LINK ITALIANI

Ognuno di noi ha un amico problematico e, per i più sfortunati, questo è rappresentato da un paleontologo. In un’intervista a National Geographic Italia il buon Alessandro Chiarenza illustra uno studio recente, di cui è coautore, riguardante la scoperta dei primi ittiosauri siciliani. Non male per un leccasassi.

Dario Bressanini sull’Oscillococcinum,lo zucchero più apprezzato dai migliori buongustai. Lo trovate nelle migliori farmacie, settore “omeopatia”.

Lisa Signorile e il fochicidio.

Alcuni uccelli non si difendono in nessun modo dai cuculi. Marco Ferraguti ci spiega il perché, ribadendo per l’ennesima volta come la natura sia piena di sfumature di grigio.

Mauro Mandrioli analizza alcune boiate scritte negli ultimi giorni sugli OGM in Italia.

  1. Lorenzo Elias Giuseppone

    Assomigliate sempre di più a Super Quark; in particolare questa rubrica mi ricorda “in pillole”. Algebrico!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...